L’idraulico della signora Solis

L’idraulico spaventa ma anche tenta.
Chi non ha paura di fronte ad un’improvvisa perdita del water? Chi non impallidisce quando dal rubinetto fuoriesce acqua non dal normale buco ma dall’attaccatura?
Risposta, tutti o quasi. Impallidiamo perchè già preventiviamo una spesa disumana. Donare dei soldi all’idraulico in cambio di servigi non piace a nessuno, è una delle cose più antipatiche e pensiamo noi ingiuste.

Chissà quanto mi chiede solo per l’uscita.
Speriamo che riesca a fare tutto entro la prima ora.
Una volta è rimasto tutto il pomeriggio e non ti dico quanto mi ha chiesto.

Ancor prima di prendere in mano la cornetta del telefono ci informiamo, chiediamo agli amici consigli, numeri di telefono di operatori economici ma al contempo bravi e preparati. Ci fasciamo la testa prima di.
C’è un altra cosa però che ci prende quando dobbiamo cercare un idraulico nuovo ed è la speranza di trovarlo bono, muscoloso, sudaticcio, abbronzato. Insomma un torello da monta con salopette e muscolo in bellavista a mo di ananas!
Il mio amico G. ieri sera ha preteso che lo chiamassi nel caso fosse gnocco che a lui queste cose intrigano parecchio.
Siamo tutti vittima della sindrome della signora Solis? Spostiamo l’attenzione sull’idea di uomo di fatica tutto muscolo e zero adipe? Speriamo fino all’ultimo che chi abbiamo chiamato somigli al giardiniere di Wisteria Lane e dato che la speranza è l’ultima a morire speriamo fino a quando non sentiamo il campanello suonare.
Quello è il momento della verità un po’ come a c’è posta per te il momento dell’apertura della busta.
Sarà gnocco o sarà vecchio?
Credetemi non ci sono vie di mezzo o è gnocco, opzione assai rara, oppure vecchio (leggi: tutti quelli non boni indipendentemente dall’età anagrafica).

Tutto questo per dire che ho lo scarico rotto, oppure il galleggiante che non galleggia più. Per tirare l’acqua devo usare il secchio e la situazione non è affatto piacevole.
Ieri chiamo un amico e chiedo se conosce un idraulico, non me ne frega una minchia di sapere se il soggetto è ben dotato o meno, non spero in nulla, spero solo che mi risolva la faccenda ad un prezzo modico. Mi dice, prova a chiamare questo.
Telefono e il tipo mi dice di aspettare che era incastrato dentro ad una lavastoviglie, o mio dio che scena. Come quelli che al tv color si comprimono dentro a cubi di plexiglass. Divino!
Lui non può perchè sai com’è con questo caldo sono impegnatissimo con i condizionatori… mi passa il numero di un amico, lo chiamo e mi dice, domani vengo, la chiamo mezz’ora prima così le dico perchè ho un po’ di impegni.
Molto bene, comincio a vedere la luce!

Stamattina suona il campanello, mi faccio trovare in canottiera a righe nera e pantaloncini corti ginnici, infradito e fronte imperlata di sudore. Recito la parte dell’uomo che conosce l’importanza dell’attività fisica all’aperto, non come quelli che si comprano le videocassette di Barbara Buchet e fanno l’aerobica in casa. Il sudore sarà la mia chiave d’accesso al quarto di bue che sta per arrivare in casa mia.

Cerco in tutti i modi di far uscire i miei feromoni, con la mano li spargo nell’aria calda della casa. Cerco che tutto sia perfetto per l’incontro svolta con l’uomo che mi cambierà la vita. Voglio l’amore e lui me lo darà, ne sono più che sicuro!

“Sì Maria, il signor Idraulico ha accettato l’invito”

Rispondo al citofono: terzo piano! Maria mi sgrida perchè non conosco le regole del programma, devo stare in silenzio fino a quando lui non mi dice che posso parlare.
Rumore di ascensore, bene, sarà stanco povero cucciolino, chissà quanta fatica farà con questo caldo assassino. Penso al cinturone, penso alla salopette mezza slacciata, penso al pettorale vispo e arzillo che si muove e mi dice ciao ciao. Penso alle sua labbra carnose e alla sua pelle color dell’oro. Lo desidero, io voglio il mio idraulico!

Ci siamo, una sistematina alla canottiera fashion e sono pronto. La cabina è quasi arrivata al piano, non so se farmi trovare già sulla porta oppure fare quello che è in un’altra stanza e quando sente dire permesso si fa vedere.
Non ho tempo, decido di andare in cucina ma quello mi saluta. Sono girato e non posso vederlo.
Spero.
Mi volto e lo vedo…

E’ vecchio!
Anzi sono due simpatici vecchietti!

E pensare che maga matilda questa mattina mi ha detto di starmene buono ma con la testa che mi ritrovo me ne infischio regolarmente! Scusa maga matilda!

Ci son rimasto male, piccolo Bino la prossima volta ti andrà meglio!

L’unica cosa che mi consola è che mi ha chiesto poco e le mie tasche lo ringraziano infinitamente!

[tags]idraulico, giardiniere, wisteria lane, toro, bono, manzo, quarto di bue, muscolo rosso[/tags]

Summer Edition

Girando come al solito per i vari blog amici e no mi sono imbattuto in varie Summer Edition.
Le Summer Edition ho scoperto che mi piacciono proprio tanto, mi fanno venire in mente le Summer Edition del tv color tipo Unomattina Estate oppure che so, la Vecchia Fattoria Estate, Estate sul due o ancora Forum Estate (ve lo ricordate? Con la Rita seduta su una panchina immersa nel verde sotto ad un pratico ed elegante gazebo?).
Le versioni estive dei programmi spesso non dicono nulla, sono il nulla completo, contenitori di immagini di repertorio, di cause già discusse, di ricette di cucina già preparate e proposte a noi avidi telespettatori. Insomma diciamolo, la tv estiva fa proprio cagare!
In linea con questo trend che orma non ci abbandona anche io in qualità di giovane blogger rampante ho deciso di realizzare la mia versione estiva così ho cominciato a cambiare tutto, colori, template, grafica.
Voglio essere la versione Estiva di Alebino, quella piatta, moscia, inelegante, quella con lo studio realizzato con pochi centesimi di euro e tenuto su dalle sarte e dalle addette al trovarobato. Ecco, voglio uno studio così, un ambiente piccolo e confortevole con un divano piccolo a due posti scarsi per poter parlare di cose senza senso tanto è estate e la gente mica ci guarda!

Che meraviglia l’estate! Che splendore le Summer Edition!

Scusate, è solo colpa del caldo, io non ce la faccio più, sogno di vivere dentro ad un frigidere!

[tags]summer edition, alebino, tvcolor, frigidere, estate, caldo, blog[/tags]

Chiamatemi pure Star

Mi sento un po’ Nikka Costa e un po’ Shirley Temple e perchè no anche Robertina di TeleMike.
Una carriera segnata già dall’infanzia! Non ero delizioso con quella canotta e quell’occhialone alla Mondaini?

[tags]foto, bino, piccolo, righe, occhiali, anni 80[/tags]

Emergenza caldo

L’emergenza caldo finalmente è arrivata. Si schiatta, si crepa, ci sciogliamo come tanti calippi alla coca.
La protezione civile è allertata. Si raccomanda ai bambini e alle persone anziane di rimanere a casa specialmente nelle ore più calde della giornata. Bevete molta acqua, guardate bene di farlo, tutti, bevete fino a quando non sentite il vostro pancino che fa glu glu. Non si scherza con l’emergenza caldo. Prendete sali minerali, integrate l’integrabile. Evitate sforzi non necessari. Anche il sesso nelle ore calde, lo so, ad alcuni può dare fastidio ma non fatelo se non supportato da un condizionatore che aiuta molto ma ragazzi miei riscalda l’intero globo e i ghiacciai poi si sciolgono e il livello dei mari si innalza sempre di più mangiando via le belle spiaggie meta delle vacanze di tutti noi. Quest’anno per esempio gli italiani scelgono le città d’arte, il canada e le canarie. Abbandonate le spiagge tropicali, troppo costose, molto meglio un volo low cost per qualche capitale europea sul mare per combinare l’impegno col cazzeggio. Gli italiani vogliono spendere di meno, la vita costa sempre di più, vediamo insieme il borsino della settimana. Le carote passano al primo posto come ortaggio più caro mentre è il momento giusto per andare al mercato e chiedere all’ortolano di fiducia dei peperoni verdi. La verdura? Ah dimenticavo, mangiate tanta frutta e verdura che fa bene, aiuta a prevenire lo svenimento assassino ed improvviso e mantiene elastica ed idratata la pelle. Se vi esponete al sole proteggetevi con creme ad alto fattore protettivo con filtro uva uvb.

Io soffro già!
[tags]emergenza caldo, sole, aiuto, sofferenza, estate, cuore, amore[/tags]

A me quello che mi consola è l’odore della pummarola

Se trovo quel cretino che mi ha rubato la tavoletta grafica che tenevo sulla scrivania proprio a fianco al mio mac lo sfiguro, tiro fuori le unghie come il gatto Pippo o la gatta Lucia e comincio a scorticare!
Sono furente! Adesso mi metto a scrivere una bella mail di reclamo e pretenderò una tavoletta nuova di zecca e possibilmente più grande di quella di prima!
Se stai leggendo e ti senti in colpa, ben ti sta.. ti auguro di passare delle giornate rinchiuso nello studio de La Vita in Diretta! Capito?
Sono gelosissimo delle mie cose e se lunedì mattina non la ritrovo qua nel posto esatto in cui era fino a ieri comincio con le barbarie e dopo averti tolto tutti i lineamenti comincerò con l’estrazione delle unghie!

Oh, adesso mi sento meglio! Evviva gli sfoghi! Evviva l’Italia, Evviva voi!

[tags]talpe, ladri, ufficio[/tags]

Loredana VS Ilona 2-3

Loredana (Portogallo) VS Ilona (Germania) chi vuoi che vinchi?
Beh, in questo caso nessuno di noi puo mandare sms o rispondere Europa Europa per vincere, il lavoro sporco lo devono fare quei giocatori, alcuni niente male, che sudano là nel campo da calcio.

PERO VS FALCON

Nonostante la grinta che contraddistingue la nostra signora della canzone italiana è Ilona la vincitrice della prima partitissima.
Un primo tempo appassionato, Ilona sempre più agguerrita costringe Loredana a stare sulla difensiva. Il gioco diventa sempre più bollente nelle retrovie. Traversa. Rigore c’è quando arbitro fischia.
Loredana per l’occasione ha scelto una gonna nera con tantissimi fiori colorati appiccicati sopra, la temibile avversaria uno splendido monokini color carne che le dona capacità di movimento per tutta la durata della partita.
Nella tribuna d’onore qualche amico delle due duellanti, Ivy Spagna è lì vestita Bertè che urla frasi d’incoraggiamento. Solo tu solo tu solo tu sei… la regina è il cartello che porta in mano… quanta dolcezza in questo gesto!
I novanta minuti passano in fretta e la sconfitta della Lory è sempre più vera. Coraggio Ilona-Falcon svolazza verso la semifinale!
[tags]europei, calcio, trash, vips[/tags]

Bino First Aid

Non si finisce mai di imparare signora mia!

Bussano alla porta dell’ufficio, è Ombry una delle ragazze della porta a fianco.

Ombry – Bino scusa mi avevi detto che eri capace di fare le punture?
Bino – Certo Ombry!
Ombry – Vieni di là un attimo?
Bino – Cosa devi farti? Ti sei fatta male?
Ombry – Non è per me, è per Rattolo!
Bino – Ombry aspetta, non ho mai fatto una puntura ad un cane! Come si fa!
Ombry – Beh, mi ha detto il veterinario che devi alzargli la pelle dalla schiena e poi farla.
Bino – Ah vabbè, ci provo tanto è buono.

Mi avvicino alla cuccia di Rattolo, lo guardo, mi fa tenerezza povero cucciolo di cane diciassettenne.

Bino – Ombry, non è che mi morde?

Momento di silenzio e poi risate, di pancia, qua direbbero di gusto. Il povero Rattolo di denti in bocca ne ha solo due e pure storti. Che stella del Pacifico! Che amorevolezza fatta a quadrupede! Mi trasformo velocemente nel bravo veterinario, anzi no, nel bravo infermiere per animali. Prendo la siringa già preparata dal dottore e comincio.
Povero muffy, non ti farò niente lo giuro, se sentirai male sarà colpa solo della tua padrona ricordatelo… Tolgo il cappuccio, prendo la pelle della schiena e la alzo.
Prendo la mira e zac!

Rattolo: Cai Cai

Oh signore Rattolo, ho finito, ho finito. Passato tutto. Hai visto? Adesso non senti più male! Dai che ormai sei un ometto!

[tags]ospedale, cane, rattolo, puntura, siringa, infermeria[/tags]

Fiabe moderne

No one ken to ken to sivmen
nor yon clees toju maliveh
When I gez aju zavateh na nalechu more
New yonooz tonigh molinigh
Yon sorra shooo
Yes ee shooo
Ken Lee tolibu dibu douchoo
Ken Lee Ken Lee meju more

Io voglio bene a questa signora, mi ci sono affezionato, porto sempre con me quel suo strano motivetto che faceva pressapoco così… ken lee.
Dai provini alla trasmissione tv, tutti in piedi per lei, tutti a cantare con lei le parole che furono un tempo di Mariah.
L’hanno presa, hanno tentato di insegnarle qualche parolina d’inglese, l’hanno vestita da sera, truccata, acconciata e messa su un palco. Non sembra emozionata ma solamente contenta di essere arrivata su quel palco! Che favola meravigliosa!

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=NaL1WHlZk6s[/youtube]

La mia parola preferita è Zavatenah!

[tags]ken lee, mariah, tv, music idol[/tags]

Feticcio Awards #2

Nonostante i numerosi sforzi fatti da qualcuno per far vincere gli utensili da cucina della deliziosa Wilma a vincere la prima manche del Feticcio Awards 3rd edition è la Loredana con i suoi abiti vistosi e belli fatti accuratamente a mano!
Mi dispiace LaO!
Questa settimana a sfidarsi saranno altri quattro preziosissimi feticci, quali? Vediamolo insieme!

Un tuffo nel passato musicale, immergiamoci nel mondo della disco music e andiamo a trovare Corona con le sue treccine, ce le avrà ancora?

Continuiamo a nuotare nel magico mondo dei feticci e chi vediamo tra le bolle del nostro boccaglio? Un vestito da sposa? Siiii è proprio il vestito da sposa indossato dalla MariaSung alle nozze di gruppo del reverendo Moon!

Terzo e penultimo feticcio, il clamoroso ritardo di Alessandra Canale, qui commentato dalla Gialappas! Grande Giove che fiatone!

Emergo in superficie ed ecco un amico che mi attende. Oh signore, che orrenda pezzatura d’ascella!

Chi vincerà? Votate votate votate!!
Venerdì chiudo tutto quindi affrettatevi! Digita 32 per ricevere la tua suoneria personalizzata!

Autori: Bino e LaO l’inossidabile coppia dei feticci

[tags]feticci, tv color, annunciatrici, corona, lord, ascella, matrimonio[/tags]

Europeissimi – Formazione quasi al completo

Ci siamo quasi, i colleghi hanno schierato i Vips che parteciperanno al frizzantissimo gioco dell’estate! Si sono aggiunti il Califfo e la grande Moira!
Come vedete il tabellone è completo, ora mancate solo voi. Pero, Lord, Watkin e LaO hanno scelto il loro Vips e voi cosa state aspettando?
Giocate insieme a loro!
Già sappiamo che il Portogallo è la squadra della Loredana Bertè, quindi Pero preparati, il tuo primo scontro è con la Cicciolina!
Che gioco spumeggiante! Non vedo l’ora di fare la prima telecronaca!

[tags]europei, calcio, gioco, estate, europeissimi, squadre, blogger[/tags]