Amo il trash ma non il sushi

Bino: “Buono il giappo ieri, ho mangiato tantissimo ma non il sushi che non mi gusta!”
Falcon: “Come nn ti piace e che gay sei?”
Bino: “Amo il trash ma non il sushi, che ci posso fare…”

Nulla, non ci posso fare nulla, è che il pesce crudo mi fa impressione, senso. Convivo da anni con innumerevoli problemi alimentari, tranquilli non cose gravi, mi faceva solo senso il pesce in generale eccezion fatta per il tonno in scatola e i bastoncini di pesce fritti nell’olio, da qualche anno però mi sto evolvendo assaggiando pesce e molluschi di varie forme e colore. Con calma un giorno arriverò anche a mangiare quei rotolini di riso e alghe che vanno tanto di moda perchè ormai se dici che non ti piace il sushi sei troppo out
Perfino il mio amico N. che per anni ha portato avanti la dura battaglia anti cene-di-sushi al mio fianco si è convertito, è bastata qualche parola dolce per convincerlo che quello era il top dei top. Galvanizzato da questa esperienza, simile a quando constatai che sono assolutamente divini i calamari fritti, provò a farmi cambiare idea ma niente. Non c’è stato verso, quella cosa a me proprio non va giù. Continuo ad essere la pecora nera del gruppo. Continuo a trovarmi nella spiacevolissima sensazione di rifiuto quando dico di no alle varie proposte di cene take away al nuovo negozietto in centro. Io ci ho provato, ho assaggiato un maki una volta ma proprio non ci siamo e sapete qual è un altro problema? La salsa di soia sa di catrame!
Catrame, asfalto, petrolio, per me sa di un mix di queste cosine deliziose. L’insieme quindi di pesce crudo al riso e alghe intinto nella salsa di catrame proprio non mi alletta, mi spaventa addirittura… eppure sono così belli da vedere quando ti passano davanti ben composti e ordinati su un rullo rotante.

Che colpa ne ho se non mi piace? Potrei vantarmene urlando e gridando il mio essere contrario alle mode! Ma non è così, io nelle mode ci sto dentro fino al collo, come tutti.

Mi piace il trash però e anche so cosa vuol dire CAMP, ho un blog che un tempo aggiornavo con molta più frequenza di adesso, sono un trentenne con i capelli grigi che veste colorato può bastare per essere identificato come tipico gay super avanti?

In ogni caso sarete i primi ad essere avvisati nel caso in cui cambiassi idea in fatto di sushi, ok?

 

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>